MERCEDES-BENZ 170V (W136) - 1938 - Vivere la storia

Vai ai contenuti

Menu principale:

MERCEDES-BENZ 170V (W136) - 1938

VEICOLI

Un veicolo civile utilizzato spesso anche dalla GESTAPO, la temibile polizia di stato tedesca, e dalla Wehrmacht durante la seconda guerra mondiale
La sigla W136 identifica una vasta famiglia di autovetture di fascia media prodotta dal 1936 al 1955 dalla Mercedes-Benz.


                                       Storia e profilo
Mentre era in produzione il modello 170 W15 si studiò un erede. Per continuare ad attirare la stessa fascia di utenza si scelse di mantenere le soluzioni tecniche che hanno fatto la fortuna della 170 W15.
La nuova vettura destinata a prendere il posto della 170 doveva dare il massimo ad un prezzo inferiore a quello della 170 stessa. La nuova vettura doveva proporre anche una carrozzeria più moderna ed elegante, in linea con la tendenza dell'epoca.

Dell'intero progetto fu incaricato Hans Nibel, che però non avrebbe mai visto i frutti del suo lavoro: morì infatti nel 1934 colto da un infarto. Negli anni a venire, però, dato il successo che la nuova vettura avrebbe avuto, questa sarebbe stata riconosciuta come il capolavoro di Nibel.
I lavori per il nuovo modello andarono comunque avanti sotto la supervisione di Max Sailer, il quale non ebbe che da ultimare un progetto oramai parecchio avanti.


Il motore montato nel vano motore della 170V era in grado di erogare fino a 38 CV, con 108 km/h di allungo. Il cambio era a 4 marce con frizione monodisco a secco.
Il prezzo d'attacco molto allettante produsse per la 170V un immediato successo di vendite: basti pensare che nel primo periodo di produzione (dal 1936 al 1942) ne furono vendute ben 71.973 esemplari. L'unico grosso neo funzionale della 170V stava nel bagagliaio accessibile solo dall'abitacolo e non dall'esterno. Nel 1942, oramai in piena guerra mondiale, la produzione della 170V venne sospesa.


LA MERCEDES V170 DI VIVERE LA STORIA

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu